View photo
  • 1 giorno fa
  • 670

Più la guardavo e più mi rendevo conto che quello che provavo per lei non era semplice attrazione fisica. Era qualcosa di più. Non so esattamente di che sentimento si trattasse ma era forte, intenso.
Non potevo fare a meno di osservarla.
Tutto di lei era perfetto: la sua voce, la sua timida risata, il suo modo di camminare, il suo modo di mettere le dita tra i capelli, il suo sguardo, quegli occhi un po’ spenti, un po’ stanchi che ogni tanto si fermavano a fissare il vuoto.
Lei, con quell’aria vagamente assente che a vederla ti fermavi a riflettere su cosa potesse pensare in quel momento. Lei era diversa. Con quel sorriso che, porca puttana, faceva invidia al mondo ma che allo stesso tempo era ciò che di più falso potesse esistere. Sulle braccia, nascosti da una larga felpa, aveva i segni un po’ sbiaditi di chi aveva lottato contro se stessa e contro il mondo. Sul volto aveva un velo di tristezza ma nessuno sembrava accorgersene.
Sì, lei era così. Diversa.

(via imadamnmess)

trovatemelo.

(via ciaosonounadelusione)

View quote
  • 1 giorno fa
  • 74

Avete presente il rumore assordante delle persone che se ne vanno?

(via cuoricomemaremoti)

Mi viene da piangere a rileggere questa citazione, alla fine te ne sei andato anche tu. Ti ho amato da morire.

(via cuoricomemaremoti)

Se n’è andato si.. e mi manca da morire.

(via tipresentoilmioblog)

View quote
  • 3 giorni fa
  • 5351
View photo
  • 3 giorni fa
  • 4206
View photo
  • 3 giorni fa
  • 11300
View photo
  • 3 giorni fa
  • 3031
View photo
  • 3 giorni fa
  • 1232

Guardami, o lasciami. Ma non restare, se guardi qualunque altra cosa.

“Molto forte, incredibilmente vicino” - Jonathan Safran Foer. (via tagliatellespirituali)

(via il-male-che-ho-dentro)
View quote
  • 3 giorni fa
  • 4576
View photo
  • 3 giorni fa
  • 12
View photo
  • 3 giorni fa
  • 5890
x